L'assunto principale del Progetto STORYBOARD è il seguente: Per gestire la COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE, caratterizzata dalla complessità. è necessario acquisire una particolare agilità mentale.
Per sottrarsi, inoltre, alla passività nel momento della FRUIZIONE/ LETTURA, è indispensabile promuovere un tipo di LETTURA ATTIVA che preveda momenti di produzione.
La CREATIVITA', nel tipo di attività che propongo, viene potenziata, sfatando l'idea che la MULTIMEDIALITA' conduca necessariamente alla passività: la GESTIONE, anzi, della multimedialità, oltre a favorire processi COGNITIVI, può sviluppare la capacità di RISOLVERE PROBLEMI relativi a:
TESTI
SEGNO
FORMA
COLORE
SUONI
VOCI
MUSICHE
MEZZI
MATERIALI
TEMPI / ORGANIZZAZIONE
Tale attività può avviare processi impensati: reazioni a catena nelle quali la SOLUZIONE DI UN PROBLEMA induce a CREARE nuove STRATEGIE che impongono l'impostazione di NUOVI PROBLEMI, che a loro volta richiedono una SOLUZIONE.
I1 Progetto STORYBOARD consente di avviare alla GESTIONE dell'IPERTESTO, che viene già proposto dai media e che verrà introdotto in tempi brevi su larga scala con i pericoli connessi alla fruizione PASSIVA/INADEGUATA di un'utenza impreparata.
Il tipo di attività che propongo è esemplificato da alcuni elaborati e dalla MAPPA OPERATIVA che propongo: esso introduce un nuovo criterio di BIBLIOTECA-LABORATORIO, intesa in maniera non settoriale come LABORATORIO DELLA MENTE.