Giochiamo in Biblioteca

IL CIRCOLO VIRTUOSO E LA RICERCA DI SENSO

IL GIOCO CONTINUA

Nel corso dei LABORATORI MULTIMEDIALI sono stata con due classi, una quinta ed una terza, della Scuola Elementare "G. Pascoli" a Palazzo Sarcinelli ed ho seguito le due scolaresche nei laboratori di pittura legati alla mostra "Roberto Tassi e i pittori". I bambini hanno guardato i quadri, si sono fermati pił volte e si sono seduti per terra a discutere con Federica Bortolotti sulle opere che avevano suscitato il loro interesse. Giunti al piano superiore, si sono "stesi " su grandi teli di plastica ed hanno incominciato con tempere e pennelli a dipingere in una gioiosa e liberatoria attivitą creativa.
In quell'occasione parlai a Federica di un mio progetto: avrei voluto usare le produzioni dei bambini come sfondi per le animazioni con il tangram, che stavamo realizzando. Mi disse che l'idea le piaceva, che ci saremmo riviste, che probabilmente sarebbe intervenuta a scuola per guidare le scolaresche nella realizzazione degli sfondi adatti alle animazioni...ma poi quando ho pensato di invitarla scuola, Federica era gią partita per la Spagna...
Successivamente č uscito il libro "I bambini da Van Gogh", alla cui presentazione a Treviso hanno assistito l'insegnate Elisabetta Viola e un gruppo di scolari: al ritorno, quando ho visto una copia della pubblicazione, ho riconosciuto alcuni dipinti realizzati dalle scolaresche con cui ero stata a Palazzo Sarcinelli nell'ambito della mostra "Roberto Tassi e i pittori", che si era articolata in due diverse sezioni "Da Fattori a Burri", a Conegliano, e "Da Van Gogh a Bacon", a Treviso. Ho detto ad Elisabetta che mi sarebbe piaciuto linkare il sito "Giochiamo in biblioteca" con quelli di Palazzo Sarcinelli e delle mostre... che sarebbe stato bello "ricuperare" i lavori dei bambini per continuare l'attivitą e proporre all'attenzione degli educatori un esempio di come la multimedialitą e la rete possano consentire l'avvio di un CIRCOLO VIRTUOSO, nel quale produzioni, situazioni, occasioni ed avvenimenti vengono recuperati per consentire uno sviluppo delle capacitą creative del bambino...
Ho poi incontrato Annalisa Civelli, che si occupa del settore scuola
dell'organizzazione "Linea d'ombra", e le ho chiesto se era possibile utilizzare i dipinti dei bambini per realizzare gli sfondi dell'animazione della filastrocca "Cambia le carte" : ho presentato lo storyboard e, avuto il consenso da Marco Goldin per l'uso del testo I BAMBINI DA VAN GOGH per animare i giochi, ho realizzato l'animazione col TANGRAM, che č possibile vedere cliccando qui.

 

Insegnante Liliana Nadal in collaborazione con gli insegnanti del I° Circolo e le Biblioteche locali.